PARLIAMO DI CHATTERING

parliamo seriamente di chattering Andreani non puo che gioire del week end romagnolo, grazie alle sospensioni ohlins che lui segue e sviluppa la honda ten kate ritorna a vincere al primo colpo.
Il tecnico molto preparato ci spiega in cose consiste il chattering, parola che sempre più spesso si sente durante le gare.
“il chattering è, essenzialmente, una vibrazione innescata dalla gomma che poi si trasferisce alle sospensioni e tramite loro al telaio. Creando altre vibrazioni di altro tipo ed intesità,che nelle moderne moto da corsa sia gp che superbike, grazie ai loro telai rigidissimi creano l’ impossibilità di essere perfomanti durante la gara.”
Porre rimendio al chattering, non è semplicissimo ci spiega il tecnino, infatti le gomme, nel complesso di sospensioni, cerchi e telaio, chiamato ciclistica,sono la parte meno regolabile.Da qui nasce l’ esigenza di adattare al meglio il comparto sospensioni.
Ma il chattering puo nascere anche come conseguenza dello stile di un pilota.
I piloti in genere molto scorrevoli a centro curva come lo sono i “duecentocinquantisti” mettono le gomme sotto stress di più rispetto a quelli che “spigolano” in stile americano-australiano.
Per rimediare al chattering creato dalla scorrevolezza vengono creati telai su misura del pilota nella gp, mentre in superbike il cui telaio non si puo modificare nelle quote principali, se il chattering nasce è difficile elinarlo del tutto.
In superbike i due piloti Aprilia max biaggi e shynia nakano, rispettivamente 4 volte campione del mondo 250gp e vicecampione del mondo 250gp, ne soffrono da inizio stagione.Conseguenza di uno stile di guida, paradossalmente “troppo veloce” per le derivate.

PARLIAMO DI CHATTERINGultima modifica: 2009-06-25T11:07:58+00:00da markoytek
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento