SPIES VINCE GARA 1 A PORTIMAO E METTE LE MANI SUL TITOLO, CADE HAGA.

01SBK_Spies_Haga_L_m.jpguna delle gare più tese che io mi ricordi è stato scritta in Portogallo. La posta il palio è altissima! Il primo titolo mondiale di Nori Haga oppure il primo titolo iridato per la Yamaha (di cui Haga è stato primo pilota per tanti anni) e per Ben Spies, debuttante da 11 pole e 13 vittorie alla sua prima stagione, futuro pilota della Yamaha in motogp.
Si parte con 10 punti di vantaggio per il giapponese della Ducati che in teoria dovrebbe gestire ed arrivare davanti il texano per garantirsi un minimo di sicurezza in gara 2.
Ma la superpole di ieri vede uno primo (Ben) l’ altro tredicesimo (Nori) una situazione estrema per tutti e due.
La speranza di Haga è partire bene e nel giro di poche curve, massimo un giro portarsi dietro Spies per far gara su di lui.
LA verità è stata un altra.
Ben Spies partendo benissimo si porta subito lontano da guai rappresentati da Biaggi e Rea.
Haga parte si bene, ma non come sperava e si trova a lottare con un duro Nieto (subito fuori per problemi tecnici) e un velocissimo Haslam (fuori per caduta).
Una volta liberatosi dell’ inglese dell’ honda-stiggy ha pista libera per raggiunge Byrne (4°), Rea e Biaggi che inseguono a circa 4 decimi il fuggitivo Texano della Yamaha.
Ma un errore lo estromette clamorosamente fuori dalla lotta per la gara, cade in una lenta curva a sinistra perdendo l’ anteriore.
Poco dopo arriva la segnalazione a Spies “haga out”, Ben la guarda per due giri di fila prima di capire la situazione ma non molla il colpa, anzi inizia a spingere per distanziare Biaggi e Rea che dal canto loro lottano non solo per il secondo posto ma anche per la quarta posizione di campionato.
I due ingaggiano una bella lotta che li vede sorpassarsi più volte finchè a due giri dalla fine da una nuvola di fumo bianco (la suzuki di Resh rompe il motore in pieno rettifilo) spunta per prima il cupolino della honda numero 65 dell’ irlandese.
Biaggi è terzo e non in grado di attaccare Rea, anche a causa dei postumi della caduta di ieri nelle prove libere prima della superpole.Byrne, autore di una gara regolare e veloce nonostante una velocità di punta ridiciola rispetto agli altri ( 288km/h contro i 299-300km/h di yamaha, aprilia e honda). Bravo Shane.
Spies va a cogliere la vittoria che, complice l’ out di Haga, lo porta a +15 in campionato!
Ma ancora non è finita, aspettando gara 2 nella quale Nori correrà per vincere senza ormai nulla da perdere, la condizione che il nipponico preferisce.

 

1. Ben Spies USA Yamaha WSB YZF R1 22 laps
2. Jonathan Rea GBR HANNspree Ten Kate Honda CBR1000 +1.697s
3. Max Biaggi ITA Aprilia Racing RSV-4 +2.113s
4. Shane Byrne GBR Sterilgarda Ducati 1098R +2.757s
5. Michel Fabrizio ITA Ducati Xerox 1198R +14.753s
6. Leon Camier GBR Aprilia Racing RSV-4 +20.044s
7. Carlos Checa ESP HANNspree Ten Kate Honda CBR1000RR +25.634s
8. Ruben Xaus ESP BMW Motorrad S1000RR +31.104s
9. Matthieu Lagrive FRA Althea Honda CBR1000RR +36.689s
10. Matteo Baiocco ITA Guandalini Racing Ducati 1098R +39.331s
11. Broc Parkes AUS Kawasaki SRT ZX-0R +41.827s
12. Makoto Tamada JPN Kawasaki SRT ZX-10R +41.882s
13. David Salom ESP Team Pedercini Kawasaki ZX-10R +54.967s
14. David Checa ESP Yamaha France GMT 94 YZF R1 +1min 38.533s
15. Luca Scassa ITA Team Pedercini Kawasaki ZX-10R +4 laps

SPIES VINCE GARA 1 A PORTIMAO E METTE LE MANI SUL TITOLO, CADE HAGA.ultima modifica: 2009-10-25T19:40:00+00:00da markoytek
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento