TEST: BMW S1000RR, LA TEDESCA EQUILIBRATA….

images.jpgBimbe cattive, cattivi bimbi. Ci hanno dato una BMW S1000RR per andare in qui e in la (è la stessa S1000RR che useremo per andare a Misano in occasione del mondiale superbike).

L’ ho appena ritirata e ho trottato sino alla sede della Redazione in modalità “Sport”. Un piccolo tratto di strada statale e tanta tangenziale di Bologna (che per fortuna è corta non come la vostra cari lettori Milanesi!). 

Il primo effetto collaterale è che la gente in “tange” ti sente arrivare (abbiamo su l ‘Akrapovic) e si sposta! Ti danno sempre la precedenza in città pur di stare li a guardarla nella sua livrea bianca/azzurro/rosso. Figo!

Ecco la prima impressione che ho avuto è di aver sotto al mio motociclistico sedere una moto equilibrata (non facile) e sicura di se. Basta aprire il gas per sentire una spinta possente ma ben controllata (in modalità sport…). La moto non è un mostro di agilità direi che per via delle sospensioni di serie tarate sul morbido è un po sorniona (ma le sospensioni sono regolabili)…

IN CITTA’: comoda e poco affaticante.

Le strade urbane non solo certamente il terreno di questa BMW (ma di altre BMW…). La sella non è molto alta da terra e anche decisamente imbottita (per essere una Race) quindi aiuta a manovrare la moto anche a bassa velocità. La frizione è morbida e anche sotto stress funziona perfettamente. Il cambio durante le cambiate e bassi regimi invece ogni tanto si impunta nel passaggio prima/seconda e tende a soffrire le andature da 20-30km/h tipiche del traffico in città. Questo è l’ unico vero difetto dinamico della S1000RR. Un altro piccolo problema arriva quando si sta fermi al semaforo con motore accesso per molto tempo: il 4 cilindri bavarese scalda come una pentola! Il telaio diventa rovente e quando le ventole entrano in funzione dagli sfoghi della carena arrivano getti continui di aria calda. Il “caldo”, comunque, è un difetto comune a tutte le sportive di ultima generazione, in particolare se catalizzate.

Sotto la sella del passeggero vi è un piccolo vano porta oggetti utile per riporre il bloccadisco, NON mettete le chiavi di casa in quel vano maledetto, il sottoscritto lo ha fatto e ha trovato le chiavi incastrate in appendici oscure oltre il vano stesso!! 

(quella in foto NON è la nostra S1000RR, pubblicheremo le foto appena…le faremo!)

…(Continua).

Sponsor by WRS EVOTECH Racing Parts

TEST: BMW S1000RR, LA TEDESCA EQUILIBRATA….ultima modifica: 2011-05-25T20:04:00+00:00da markoytek
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento