CASEY STONER: IL GRANDE SUPERSTITE DELLA DISFATTA DUCATI.

35258_137413892952552_100000518276093_305115_1264939_n.jpgNella breve e non sempre fortunata storia della Ducati in MotoGP Casey Stoner dovrebbe essere considerato un “grande superstite”.

La Rossa in questi anni ha illuso e poi deluso grandi piloti, pensiamo a Loris Capirossi (papà “spirituale” della D16), a Troy Bayliss, a Sete Gibernau (vicecampione del mondo GP…), a Marco Melandri (vicecampione del mondo GP), a Nicky Hayden (Campione, lui si, in MotoGP!) e ora a Valentino Rossi.

Grandi piloti e grandi perdenti dell’esercito di Borgo Panigale.

Unico ad aver vinto la propria personale guerra è stato Casey Stoner con tante cadute, tante acrobazie e un campionato mondiale vinto.

Unico titolo vinto dalla Ducati in Motogp…Ricordo. Casey ha fatto sembrare grande una cosa che grande non era. In questo sta l’immensità dell’australiano che, forse non vincerà quanto Rossi, ma che si è meritato un posto nella storia di questo magnifico sport.

Casey è un superstite.

CASEY STONER: IL GRANDE SUPERSTITE DELLA DISFATTA DUCATI.ultima modifica: 2011-08-31T00:12:00+00:00da markoytek
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento