DAKAR 2012: LE INCREDIBILI STORIE DI LUCCHESE (HUSABERG)…

lucchese.jpgSono a terra…Tappa 9 parto la mattina e dopo il rifornimento in speciale la benzina sporco mi fa bloccare l’iniezione, fermo dei piloti e Paco Gomez mi traina con una corda per 20km fino al Checkpoint dove c’e una strada asfaltata, e’ mezzogiorno e mi metto a smontare tutti i serbatoi per smontare l’iniezione ma mi ritrovo senza l’iniettore di scorta quindi riesco a trovarlo grazie a dei locali ma a 300km di distanza, aspetto tutto il pomeriggio sotto il sole e la sera alle 21 finalmente riesco a sistemare la moto e riparto per i rimanenti 300km di speciale. E’ buio e sono da solo…

…un’altra notte in moto e mi si brucia il faro un vero disastro mi perdo diverse volte e nell’attraversare un fiume io e la moto cadiamo sotto l’acqua e la corrente mi spinge per diversi metri, riesco a tirarmi su e a tirare su la moto mentre arriva una macchina dei medici che stava uscendo dalla speciale e mi aiutano, arriva anche Edo Mossi con la macchina e mi tirano su. La moto e piena di acqua ed e’ gia la 1 di notte, per 2 ore le provo tutte fino a quando crollo inizio a piangere disperato e i medici mi trainano fino ad una strada asflatata dove tentiamo l’ultimo tentativo. Magicamente parte ma sono le 3 di notte, tutto bagnato e infreddolito proseguo fino alle 5, mi fermo 1 ora a dormire nelle dune e prosegue. Arrivo 10 minuti prima del tempo massimo a fine tappa prendo il nuovo roadbook e senza mangiare o fermarmi un minuto riparto. Entro in speciale della tappa 10 devastata con le allucinazioni dalla stanchezza (vedevo cose che non cerano) ma non mi perdo danimo sono determinato al massimo fino a quando dopo 120km inchiodo il motore (sicuramente per via dell’acqua della notte) sono disperato mi rifiuto di premere il bottone rosso per ritirarmi chiamo al bivacco e chiedo a tutti di portarmi un motore o di aiutarmi, penso a caricare la moto su un camion in gara le penso tutte ma mancano ancora 250km a fine speciale. Passo l’intera giornata nel deserto ad aspettare ma niente la sera passa il camion dell’organizazzione e mi costringono a caricare tutto…Dakar finita per me, purtroppo la colpa e solo la mia non ho neanche testato la moto prima di venire e non ho avuto giorno senza problemi….Sono davvero triste e a terra ma non so ancora come voglio tornare l’anno prossimo per stare nei 30 e per portare i vostri nomi al traguardo, sono di parola e quindi se riusciro a tornare l’anno prossimo i vostri nomi saranno ancora sulla mia giacca perche vi ho promesso che vi porto al traguardo e spero che con una miglior pianificazione di renderlo possibile nel 2013…Grazie a tutti per il supporto ce lho messa veramente tutta, ho guidato due intere notti nel deserto e vi assicuro che se non avessi grippato sarei arrivato a Lima….

DAKAR 2012: LE INCREDIBILI STORIE DI LUCCHESE (HUSABERG)…ultima modifica: 2012-01-14T21:44:53+00:00da markoytek
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento