MISANO SUPERBIKE

misanosuperbike ben ben fatto ben!ancora incredibile, notevole, immenso Ben Spies, un week end che l ha visto meno brillante del solito si è trasfomarto in una furiosa rimonta durante una prima manche dominata dall’ asfalto che man mano che si asciugava cambiava i valori in campo.
Parte benissimo l’ inglese del team sterilgara ducati Shane Byrne che prende il comando della gara e con autorità “stampa” una serie di giri veloci che cacciano ben presto jakub “kuba” Smrz a 7 secondi, dietro si scatena l’inferno con il giovane Jhonnny Rea del team honda ten kate che sbaglia la procedura di partenza dalla pit lane e apre il gas a semaforo rosso.Risultato alla terza curva è gia in ottava posizione (!).Verra sanziato con un ride trough qualche giro dopo.Spies naviga a centro gruppo con un passo incerto.Haga ancor peggio sembra la pallida imitazione del talentuoso pilota che in questi anni ci ha fatto innamorare di lui.
La pista si va asciugando anche grazie a un timido sole che ben presto diventa più “arrogante”.Le gomme Rain iniziano a mostrare il fianco, si fatica a stare in piedi.Tutti pensano al flag to flag, non è mai stata provata la procedura del cambio moto in superbike, team e piloti la impareranno presto. infatti a metà gara inizia il valzer del cambio moto a favore di quella con il set up da asciuto.Nakano dell’ aprilia è il primo e i tempi sono interessanti ma ancora alti, tutti gli altri piloti sembrano indecisi..tranne Shane Byrne che non curante dell’ usura ormai notevole delle sue gomme rimane in pista, dietro di lui checa riprende e supera smrz.Spies pian piano rimonta e prepara il suo cambio moto, in pit lane meregalli è nervoso, i meccanici aspettano l’ americano mentre sostengono la nuova moto.Ecco improvvisamente un uomo in blu con scritta yamaha..si porta freneticamente al centro della pit lane, richiama l’ attenzione di Ben che arriva con la moto singhiozzante per via del limitatore di pit inserito.smonta di gran carriera dalla sua moto e inforca la nuova..
la pista è asciutta ormai..l americano SENTE L’ODORE dEL SANGUE e scatena l’inferno.Gli avversari? ostacoli da superare per fare una cosa che a lui riesce molto molto bene .VINCERE.
sorpassa.risorpassa e nuovamente dimostra chi comanda da queste parti.Lui.
in testa Shane Byrne arranca ormai, le sue gomme non ne voglino più, ma decide di posticipare l ingresso in pit lane, dietro di lui un grandissimo Ruben Xaus porta sul podio virtuale la bmw s1000rr, zone mai viste per la tedesca, chissà se a ruben è venuto in mente il successo dell’ anno scorso.in fondo al gruppo un irroconoscibile Max Biaggi guida con difficoltà la sua aprilia ma non si decide ad entrare ai box per il cambio moto, decisione piuttosto criticabile dato che il suo compagno di team, Shinya Nakano gira 8 secondi più veloce!nel frattempo al team ten kate inizia la tragicommedia delle moto che non si accendono..prima Rea e poi Checa per poco non prendono a pugni i rispettivi meccanici.Una scena che fa venire più di un dubbio sulla preparazione al “flag to flag” dei meccanici del team olandese.
Ma tutto cio all’ americano che di cognome fa Spies..non interessa, lui fa quello che sa. lui fa quello deve.
completa il podio Shane Byrne insieme a Michel Fabrio..
di haga “QUELLO VERO” si sono perse le traccie.

MISANO SUPERBIKEultima modifica: 2009-06-22T11:23:00+02:00da markoytek
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento