GLI ITALIANI LO FANNO MEGLIO…IL TELAIO!

C_7_Media_14151_immagine_l.jpgsulla neonata classe Moto2 (ma che brutto nome!) si sono concentrate le speranze della Dorna di portare team e soldi alla classe “di mezzo” si parla di 50 iscritt, 30 team, numeri importanti che fin ora sono rimasti numeri. Infatti ben pochi telaisti hanno mostrato interesse verso la moto2, fra questi Moriwaki, preparatore storico della honda. Suter, telaista svizzero di ottimo livello. Aprilia Racing che di certo non ha bisogno di presentazioni.  E gli altri? Si parla di Bimota ma fin ora nulla si è visto. Si parla della Oral di Modena factory dell’ ingegner Forghieri. Si parla di Gubellini di Bologna (fg sospensioni). Tanti europei, tantissimi italiani e questo è bene a noi altri di certo non manca la fantasia in quanto a ciclistiche!

Infatti solo le nostre moto possono vantare soluzioni telaistiche cosi eterogenee. Dal telaio a traliccio Ducati passando per i scatolati Aprilia in alluminio e magnesio, fino al telaio Omega della bimota con forcellone anteriore.

Il motore abbiamo detto e stradetto sarà unico fornito dalla honda e sarà il propulsore della cbr 600rr, intorno ci possiamo fare quello che vogliamo! A livello tecnico il campionato si presenta interessate in teoria, in realtà il telaio che si mostrerà vincente verrà ben presto acquistato o copiato dai team.

Le gomme saranno Dunlop per regolamento. Le sospensioni quasi certamente Ohlins per i costruttori europei (showa by honda per Moriwaki), i freni brembo o nissin (proprietà honda) e i cerchi Marchesini (azienda di proprietà della brembo) o Enkei.

GLI ITALIANI LO FANNO MEGLIO…IL TELAIO!ultima modifica: 2009-09-19T00:39:00+02:00da markoytek
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento