IMOLA PROMOSSA A PIENI VOTI

270920091087.jpgimola risponde: presente.
Tribune pienissime. Paddock che sembra il prato ad un concerto di Madonna
per quanto affollato. Parcheggi pieni.
Dopo un unizio stentato venerdì e un sabato emozionante la domenica si
trasforma in un apoteosi.
Le gare tutte  bellissime e ricche di colpi di scena sono lo spettacolo per
il quale il circuito Enzo e Dino Ferrari fu creato sulle dolci pendenze
delle colline imolesi.
il circuito viene promosso a pieni voti.
Il pubblico non si lamenta della viabilità per entrare ed uscire dalla pista
(cruccio di tutte le piste italiane). Anzi vengono spese parole di elogio
per la quasi totale assenza di traffico per arrivare a case ed alberghi. Si
sente la mancanza dei parcheggi per le moto, ma il problema è facilmente
risolvibile e i prezzi chiesti dagli imolese per custodire nelle loro
villette le nostre amate è modico, cinque euro contro i quindici di Misano,
sempre per la superbike.
i piloti in conferenza stampa si sono detti entusiasti del tifo, giudicato
molto caldo, appassionato e competente.
I piccoli difetti li troviamo nel personale addetto agli ingressi che
Venerdì aveva difficoltà nel leggere e distinguere i pass e i biglietti, ma
sono difetti di gioventù paragonabili a granelli di sabbia nel deserto.
Anche il comune di Imola ha fatto la sua parte, il traffico era ben regolato
dalle forze dell’ ordine presenti in maniera massiccia ma non invadente (un
esempio che dovrebbe essere seguito anche da altri comuni che hanno la
fortuna di ospitare una pista iridata). Le indicazioni stradali verso il
circuito erano chiare e presenti ad ogni incrocio, semplicissimo trovare le
zone dell’ autodromo di interesse, addirittura nei cartelli veniva
specificato il nome della tribuna. Un lavoro organizzativo splendido.
La pista modificata nelle sue strutte però non convince tutti fra gli
addetti ai lavori, il paddock è comodo per via del parcheggio adiacente, ma
è stretto e lungo, di frequente si formano degli “imbuti” in cui ci si
blocca, è successo questa mattina in prossimità dell’ edificio di direzione
gara. Durante il “parco chiuso” della superspock 1000 la gente, giustamente,
si fermava ad osservare le 1000 derivate di serie e bloccava l’ accesso al
paddock.
La sala stampa è sicuramente perfettibile, purtroppo la sua collocazione
invece no, risultando scomoda.
Ottimi e funzionali i bagni e in genere tutti i servizi, facilmente
individuabili grazie a cartelli visibili e di grandi dimensioni.
un po spartane e da rifinire le terrazze sopra i box ma pratiche per la
visuale. La variante bassa si vede nella sua interezza e il maxischermo
restrostante aiuta a seguire tutta la gara.
Nel complesso i difetti che possiamo trovare sono veniali e passano in
secondo piano se pensiamo alla felicità di aver ritrovato una delle piste
più belle, tecniche e spettacolari del mondo.

IMOLA PROMOSSA A PIENI VOTIultima modifica: 2009-09-28T11:49:00+02:00da markoytek
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento