SUPERSPORT: PORTIMAO, LA RIVINCITA DEL TURCO

kenan_sofuoglu.jpgGara piuttosto noiosa che vive grazie a pochi lampi di interesse. Ad animarla ci pensa Kenan Sofuoglu che, grazie ai suoi sorpassi incredibili, regala al (poco) pubblico presente sulle tribune di Portimao motivi per risvegliarsi dal sonno ristoratore prima di gara 2 superbike. La superspost sta vivendo il momento meno interessante della sua breve storia. Solo tre case impegnate di per se non sarebbero un problema se la qualità dei piloti fosse alta, il problema è che tolti 3-4 piloti “veloci”  troviamo ottimi professionisti alternati a dilettanti allo sbaraglio, oggi in pista alcuni “piloti” prendevano dai 5 agli 8 secondi al giro…Conosco piloti di 16-17 anni in grado di andare a punti in un mondiale come questo.

La lotta per la vittoria, racchiusa a tre piloti, è stata interessante. Lascorz (kawasaki), Laverty (honda), Sofuoglu (honda) si sono spesso scambiati le posizioni fino a quando, complice una buca e una velocità di percorrenza curva stratosferica Laverty cade. Il britannico riprende quello che rimane della sua CBR600RR e si fionda in pista per arraffare qualche punto, sarà 11°. Lascorz inizia l’ ultimo giro in testa ed è bravissimo a chiudere ogni varco a Kenan che non trovando spazi… li inventa! E così a tre curve dalla fine attacca lo spagnolo che prova a difendersi ma soffre di mancanza di grip, spalanca il gas ma si esibisce in vistose derapate. 3° è l’ italiano Pirro, autore di una gara incolore e direi “moscia”.

Nelle retrovie Roccoli, Rea e Salom ingaggiano un duello che durerà 15 giri. Massimo in evidente crisi di motore si deve difendere in staccata dagli attacchi ferocissimi del suo compagno di team Gino Rea. Alla fine sarà quest’ ultimo ad aggiudicarsi il duello per l’ ottava posizione e a precedere l’ italiano. Roccoli con il suo 9° posto è il primo degli italiani in classifica.

banner-piccolo-02.jpg


1  54 Sofuoglu K. (TUR) Honda CBR600RR 35’21.143 (155,871 kph)
2  26 Lascorz J. (ESP) Kawasaki ZX-6R 0.031 
3  51 Pirro M. (ITA) Honda CBR600RR 8.879 
4   7 Davies C. (GBR) Triumph Daytona 675 15.270 
5  99 Foret F. (FRA) Kawasaki ZX-6R 22.096 
6  37 Fujiwara K. (JPN) Kawasaki ZX-6R 23.041 
7 127 Harms R. (DEN) Honda CBR600RR 30.830 
8   4 Rea G. (GBR) Honda CBR600RR 35.171 
9  55 Roccoli M. (ITA) Honda CBR600RR 35.225 
10  25 Salom D. (ESP) Triumph Daytona 675 35.239 
11  50 Laverty E. (IRL) Honda CBR600RR 49.540 
12  40 DiSalvo J. (USA) Triumph Daytona 675 49.628 
13   5 Lundh A. (SWE) Honda CBR600RR 1’08.602 
14   8 Chesaux B. (SUI) Honda CBR600RR 1’13.455 
15   9 Dell’Omo D. (ITA) Honda CBR600RR 1’30.738 
16  33 Cazzola P. (ITA) Honda CBR600RR 1’30.852 
17  36 Hunt M. (GBR) Yamaha YZF R6  
18  24 Blokhin E. (RUS) Yamaha YZF R6 

SUPERSPORT: PORTIMAO, LA RIVINCITA DEL TURCOultima modifica: 2010-03-28T15:48:00+02:00da markoytek
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento