SUPERBIKE: PHILLIP ISLAND | COMMENTI

SPONSOR BY

logo motorex cup def..jpg

Carlos Checa, Ducati-Althea Racing: “Le prove sono andate benissimo e sapevamo di avere un buon ritmo, ma in gara non si sa mai quello che può succedere, specialmente quanto alla mattina trovi la pista bagnata, come in questa occasione. La mia strategia era di mettermi davanti e fare il passo perche’ sapevo che era superiore a quello di miei rivali. In Gara 1, una volta passato Laverty, sono riuscito a trovare un buon ritmo. E’ stata una bellissima gara. Capita ogni tanto e siamo stati fortunati ad iniziare questa stagione in un modo così strepitoso. Gara 2 e’ stata molto simile, ho gestito bene tutta la gara e ce l’abbiamo fatta! E’ stato un weekend fantastico, abbiamo dominato dall’inizio alla fine. Siamo stati fortunati anche con il tempo; cominciare un campionato meglio di cosi’ non si puo’. Vorrei ringraziare la Ducati e tutto il team per aver avuto fiducia in me; adesso andremo a Donington e continueremo a dare il massimo.”

Max Biaggi, Aprilia-Alitalia: “La pista di Phillip Island da sempre non ci è favorevole a causa del suo asfalto ondulato e pieno di buche, abbiamo sofferto sia l’ anno passato che nel 2009 quindi non posso che essere soddisfatto del week end appena concluso. Sarebbe stato meglio vincere, è chiaro, ma oggi Checa aveva un passo superiore a tutti. In gara2 quando ho superato Melandri ho provato a forzare per cercare di raggiungerlo ma la gomma mi stava lasciando senza grip. Con Marco Melandri è stata una bellissima lotta, dura ma corretta. Ora pensiamo a Donington.”

Johnny Rea, Honda-Castrol Ten Kate: “Sono emotivamente, fisicamente e agonisticamente distrutto. E’ stato un week end tremendo, sono caduto, mi sono fatto male, ho rotto un motore durante i test. In gara1 ho fatto un piccolo errore e sono arrivato lungo perchè avevo molto male alla mano. In gara2 invece ho cercato di guidare senza pensare al dolore e ai problemi della moto. Ho guidato con tanta rabbia e alla fine il 4° posto mi consola di ogni sforzo. Adesso devo pensare a riposarmi in vista di Donington.”

Tom Sykes, Kawasaki Racing: “Sono felice di aver visto finalmente il reale potenziale dei nostri avversari in gara, questo ci aiuterà a capire in cosa la nostra moto deve migliorare. La ZX-10R è una moto totalmente nuova e noi tutti dobbiamo avere pazienza. Il potenziale è alto e appunto per questo è imperativo indirizzare lo sviluppo nella direzione giusta sin da subito. Io, Lascorz, Vermeulen e tutti i ragazzi del team siamo molto fiduciosi, i risultati arriveranno.”


SUPERBIKE: PHILLIP ISLAND | COMMENTIultima modifica: 2011-02-27T20:17:00+01:00da markoytek
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento