SUPERBIKE: JAMES TOSELAND

team_bmw_italia_sbk_04.jpgNon è stato un week end facile per James Toseland quello australiano, il britannico (Sheffield, 5 Ottobre 1980) ha debuttato su di una moto per lui nuova grazie ad un team alla prima stagione di superbike. I risultati potranno solo andare a migliorare quindi nel corso di questo 2011, stagione cruciale per James che viene da tre anni travagliati e deludenti (due in motogp con la Yamaha-Tech3 e uno con la Yamaha R1 nel WSBK).

Toseland entra nel giro delle derivate correndo nel mondiale supersport in sella alla Honda CBR600F del team Castrol a 18 anni nel 1998 ottenendo il 18° posto finale, nel 1999 farà meglio cogliendo l’ 11° posto finale. L’ anno dopo lascia il mondiale supersport per correre nel prestigioso campionato britannico superbike, non sarà una stagione fortunata a causa di un grave infortunio.

Nel 2003 torna tra le derivate in sella ad una Ducati 999 e sempre con la Ducati 999 nel 2004 diventa campione del mondo dopo un lungo duello con il compagno di team Regis Laconi. James succede ad un altro inglese, Neil Hogdson.

Nel 2006 passa, sempre in superbike, al team Honda Ten Kate e nel 2007, sempre in sella alla CBR1000RR, diviene per la seconda volta campione del mondo piegando la ferrea resistenza di Nori Haga su Yamaha e Max Biaggi su Suzuki.

Nel 2008 passa in Motogp tra le file del team Yamaha-Tech3, nonostante un buon esordio la sua stagione sarà al di sotto delle sue aspettative. Nel 2009, confermato nel team Tech3, vivrà un vero e proprio calvario, volato via durante un test a oltre 200km/h faticherà a tornare quello di prima, inoltre i cattivissimi rapporti con il compagno di team Colin Edwards (che lo chiama “la rana” oppure “quello li…”) metteranno più di una volta astio all’ interno del team.

Nel 2010 lascia il team Tech3 e la motogp per far posto a Ben Spies. Si tratta quasi di uno scambio in realtà: Ben va al posto di James tra le GP e Toseland prende il suo posto in seno al team Yamaha-Sterilgarda. Il 2010 sarà un altra stagione da dimenticare per “Giacomino”, tante cadute minano la fiducia in se stesso e nei propri mezzi, inotre i risultati sono spesso peggiori di quelli del suo scomodo compagno di team Cal Crutchlow, inglese come lui.

Nel 2011 viene ingaggiato dal team BMW-Italia, nuova struttura nata dalla volontà della filiale italiana di aver un team nel mondiale WSBK.

James Toseland ama la musica ed oltre al suonare il pianoforte molto bene è il leader di un gruppo, “I Crash” (un nome, un destino) che spesso di esibisce durante le tappe del mondiale superbike.

E’ detentore di un curioso record in WSBK: è il pilota che ha vinto più titoli mondiali (2) vincendo meno gare (16). mentre sono 61 i podi per il ragazzone inglese che risulta essere un pilota molto regolare.

James possiede un altro record in condivisione con Troy Corser: tutti e due hanno vinto due titoli mondiali in sella a moto totalmente differenti: Ducati (999) e Honda per James, Ducati (916) e Suzuki per Troy.

SBK.jpg

SUPERBIKE: JAMES TOSELANDultima modifica: 2011-02-28T18:04:00+01:00da markoytek
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento