IL TELAIO DELTABOX GIAPPONESE? NEPPURE PER SOGNO! BIMOTA LO USAVA NEL 1987!

bimotayb48843401005.jpgLa gente, scusate se lo dico, è brava nel parlare di quello che non sa a gente che ne sa ancor meno, in questi contesti nascono i “fenomeni”.

Quando sento che il telaio di tipo Deltabox è un invenzione giapponese “inorridisco” e quando sento dire che la Ducati con un telaio Deltabox sarebbe “giapponese” mi viene da ridere (dopo aver pianto).

Il telaio perimetrale fu portato in commercio e in pista dall’Italianissima Bimota nel 1987 con il modello YB4 (in foto), moto con motore Yamaha 750cc, assolutamente competitiva e vincente nelle corse di quell’eposa.

La prima Yamaha con telaio Deltabox (ma con tecnologie diverse) fu la FZR750 che uscì nel 1987 ma dopo la YB4.

In cosa erano differenti il telaio Bimota da quello Yamaha. Quello della casa di Iwata era tecnologicamente più avanzato perchè usava parti di alluminio a spessore e rigidità variabile a formare una sorta di puzzle.

Oggi i telaio di tipo Deltabox perimetrali sfruttano tutti questa tecnologia, Aprilia (che è italiana) compresa.

!cid_90DC7359-1C5D-4F94-A38E-5461263347BA@localdomain.jpg

IL TELAIO DELTABOX GIAPPONESE? NEPPURE PER SOGNO! BIMOTA LO USAVA NEL 1987!ultima modifica: 2011-09-06T23:57:22+02:00da markoytek
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento