QUELLA MOTOGP CAMUFFATA DA SUPERBIKE E DA CRT…”AIUTATA” DAL REGOLAMENTO!

aprilia art crt ellison.jpgSe c’è una cosa in cui noi italiani siamo veramente maestri è l’interpretazione dei regolamenti (pensate alla Ducati in WSBK…).

La partecipazione dell’Aprilia in CRT con la sigla ART è un iniziativa “furbescamente” sublime…

Il regolamento permette l’uso di motori derivanti dalla grande produzione di serie montati su telai “liberi”, a Noale hanno colto la palla al balzo e fatto subito canestro al primo colpo dato che la loro RSV4F da WSBK altri non è che una piccola MotoGP. 

Quindi hanno prelevato un motore di serie, ma nato per la WSBK, e lo hanno innestato in un telaio prototipale appositamente creato: in pratica hanno creato una MotoGP sotto le mentite spoglie di una CRT.

A questo punto del piano arriva il regolamento che “aiuta” le CRT con 3 litri di benzina in più nel serbatoio e ben 6 motori in più da usare durante la stagione…

Hanno creato una MotoGP ma senza i vincoli regolamentari delle…MotoGP “classiche”. Ancora una volta noi italiani “vinciamo”.

QUELLA MOTOGP CAMUFFATA DA SUPERBIKE E DA CRT…”AIUTATA” DAL REGOLAMENTO!ultima modifica: 2012-02-23T20:01:33+01:00da markoytek
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento