APRILIA: QUEL MOTORE V4 CHE NON VOLEVA ENTRARE NEL TELAIO!

AU858455.jpgIl “parto” dell’Aprilia RSV4 non è stato ne breve ne facile…Arrivata con un anno di ritardo, è una delle moto più riuscite della storia del motociclismo moderno grazie al suo motore. ed è proprio il propulsore il protagonista di questa curiosa storia.

Progettato dall’Ing. Lombardi, papà dei motori V12 Ferrari di Formula 1 e dei progetti Lancia nel mondiale Rally, nella sua versione iniziale era addirittura più estremo di quello poi andato in produzione. Lombardi infatti progettò il motore per avere un angolo tra le bancate di 60°, 5° più stretto della versione attuale. 

Di conseguenza il telaio fu studiato per ospitare un V60. Quando il motore fù pronto e allo stato prototipale ci si accorse che un ampiezza di soli 60° creava problemi di posizionamente dell’airbox e dei cornetti di aspirazione a geometria variabile. Lombardi “aprì” il motore a 65° risolvendo ogni tipo di problema ma scoprendo poi che, a questo punto, il motore non entrava più nel telaio! 

Si decise quindi di modificare le teste del V4 rendendo più “stretta” quella della bancata anteriore e il problema si risolse con risultati più che eccellenti!

APRILIA: QUEL MOTORE V4 CHE NON VOLEVA ENTRARE NEL TELAIO!ultima modifica: 2012-04-30T21:07:06+02:00da markoytek
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento