2012, GLI EPISODI part I: IL RITIRO DI MAX, LA NASCITA DI BAZ.

baz.jpgIl 2012. Max Biaggi dice fine, lo dice da campione del mondo, lo dice dopo il 6° titolo iridato, lo dice dopo il mezzo punto che lo ha separato da Tom Sykes alla fine di una stagione WSBK di una bellezza quasi finta, per quanto perfetta.

Si chiude un era per il motociclismo italiano. Si ritira uno dei più forti piloti di ogni epoca, sicuramente il più bello da vedere in sella. Sicuramente uno dei personaggi più controversi, o lo amavi o lo odiavi. In ogni caso un vincente.

Proprio quando la carriera di Max volge al termine inizia quella di un giovane francese di 190cm, Loris Baz. Loris sale in sella alla Kawasaki ZX-10R Ninja lasciata dallo sfortunato Joan Lascorz, un eredità pesantissima. Un eredità che Baz si carica sulle spalle e con talento e la “follia” che solo un 19enne possiede la porta sino ad arrampicarsi incredibilmente sul gradino più alto del podio di Silverstone Race1 al termine di una delle gare più pazzesche ed incerte della storia del motociclismo moderno.

Loris, salirà sul podio anche a Brno e nuovamente a Silverstone in Race 2. E’ nata una stella? Difficile dirlo, sicuramente è arrivato “qualcosa” di nuovo in un mondo sempre più chiuso ai giovani piloti senza “valigia”.

Domani la seconda parte su Rossi e Stoner.

2012, GLI EPISODI part I: IL RITIRO DI MAX, LA NASCITA DI BAZ.ultima modifica: 2012-12-25T20:48:52+01:00da markoytek
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento