2012, EPISODI part II: STONER NELLA LEGGENDA, ROSSI TORNA IN YAMAHA

378408_442500842478762_1293535577_n.jpgIl 2012 consegna al mito e alla leggenda Casey Stoner e spedisce Valentino Rossi alla Yamaha. L’australiano decide per un controverso ritiro dal motociclismo in rotta con le decisioni della Dorna, forse un po stanco di un mondo che non lo fa divertire più, forse attirato dalla vita familiare. Nessuno saprà mai il motivo che spingerà Casey a rifiutare una milionaria offerta da parte di Honda a restare in HRC.

Casey lascia un 2012 che poteva consacrarlo 3 volte campione del mondo ai danni di Lorenzo e Pedrosa, ma una brutta caduta ad Indy, con relativa rottura di un piede, lo estromette dalla lotta per l’iride. Nulla tuttavia lo fermerà dall’ottenere una bellissima vittoria nella sua Australia proprio quando Lorenzo diventa campione del mondo per la seconda volta in MotoGP, quarta in carriera. 

Il ritiro di Casey coincide con la nascita della leggenda di un australiano dal carattere scorbutico e dal talento cristallino.

Mentre il Canguro mannaro apre le porte dell’Olimpo Valentino Rossi apre quelle del box Yamaha per la seconda volta in carriera. Il Dottore rifiuta un offerta a rimanere in Ducati e torna ad Iwata dove farà il secondo di Lorenzo, come un vecchio e stanco generale richiamato in servizio nel suo esercito che ora ha un altro leader. 

Il matrimonio tra Rossi e Ducati, uno dei più fallimentari della storia del motorsport, porta Valentino al secondo posto di Misano dietro Lorenzo, posizione maturata anche per l’assenza di Stoner (infortunato) e Pedrosa (caduto), Misano sarà il punto più alto e piacevole dell’esperienza in rosso del 9 volte campione del mondo, con buona pace di fans e tifosi.

2012, EPISODI part II: STONER NELLA LEGGENDA, ROSSI TORNA IN YAMAHAultima modifica: 2012-12-26T14:39:01+01:00da markoytek
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento