DUCATI GP13? ERA QUASI MEGLIO QUELLA FINTA! (di Marco Meli)

ducati gp13 1.pngLa GP13 è stata finalmente svelata al popolo ducatista che, nel vedere la livrea, ha storto parecchio il naso. Infatti l’ammiraglia di Ducati nel motorsport è sempre troppo bianca e sempre troppo poco rossa, sempre meno “pura” per un marchio che ha fatto di un colore, il rosso (introdotto da Castiglioni durante la sua proprietà) il suo marchio di fabbrica ed il suo passaporto nel mondo.

La linea della moto rimane piuttosto tozza e sgraziata (non me ne vogliano i fans di Borgo Panigale) ma da una casa capace di disegnare Panigale ora e 916 in passato, ci si aspettava qualcosa di rivoluzionario forse, anche solo per staccare con il passato “maledetto” di Rossi.

Tornando alla livrea della GP13, appare parecchio disordinata e posticcia. Sicuramente non sono i colori a fare andar forte una moto ma il grande Enzo Ferrari diceva parlando di auto: “se è bella è anche meglio” (e se lo diceva il Drake…) e sicuramente senza scomodare oltre il grande Enzo, ammettiamo che anche l’occhio vuole la sua parte. Yamaha e Honda sono più belle ed armoniche nelle linee.

Ironicamente viene da dire: era quasi meglio la “finta” GP13 fotografata al Wrooom accanto la Ferrari F1 che tanto ha fatto discutere il web mostrata in questa foto:

ducati gp13.jpg

DUCATI GP13? ERA QUASI MEGLIO QUELLA FINTA! (di Marco Meli)ultima modifica: 2013-01-16T07:38:00+01:00da markoytek
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento