IL RITORNO DI VALENTINO IN YAMAHA HA FATTO “INCAZZARE” STONER E SPIES?

stoner rossi 4858.jpgSul ritiro di Stoner si è parlato anche troppo è vero, Casey stesso non ha mai chiarito i reali motivi ha detto che ad averlo stufato non erano le moto o le corse ma l’ambiente a suo dire lontano dal suo modo di intendere il motociclismo.

Ma cosa è successo? Cosa ha portato via Casey dalla MotoGP? L’avvento delle CRT ha certo infastidito il canguro mannaro che non ha mai fatto segreto di trovarle quasi ridicole.

Ma personalmente non credo sia solamente questo, credo che Stoner sia stato infastidito dal ritorno di Valentino in Yamaha. Il 27 (ma non solo lui) si è chiesto: “perchè un pilota che ha deluso per ben due anni ri ritrova a pilotare la moto campione del mondo?”.

In effetti, cari lettori, questo è un bel controsenso che va contro il concetto di meritrocrazia. Il ritorno di Vale in Yamaha è per certi versi quasi mediatico più che sportivo. Lo stesso Biaggi, ormai ex pilota, nel commetare questa operazione disse “Valentino è un mago, ha fatto una cosa da mago. Due anni di cattivi risultati e moto ufficiale adesso…”

Questa ipotesi viene quasi accertata dal furioso abbandono di Ben Spies. Il texano dopo una stagione piena di problemi tecnici prima di essere mandato via, ha dato il benservito al team parlando di forti dissensi con i manager di Iwata, non certo con i suoi tecnici. Ma cosa è realmente successo? Neppure Ben lo dirà mai chiaramente…

Gi hanno detto, durante la stagione, che avrebbe dovuto cedere la moto a Valentino ed offeso ed incazzato ha deciso di mandare a quel paese tutti? La prima risposta che ti viene in mente è: si.

Quando Stoner ha saputo del ritorno di Rossi (sicuramente all’interno del paddock le voci circolavano ancor prima che sulla stampa….) ha deciso anche lui di dare l’addio a tutti in aperto contrasto con una decisione che lui reputava più mediatica ancor prima politica piuttosto che tecnica?

Il passato di Stoner ha costruito il carattere del 27. Casey è un “puro” delle corse, uno che dall’Australia è venuto a vivere in camper con i genitori in Europa per fare il pilota, uno che di bocconi amari ne ha ingoiati tanti e che, ad un certo punto, se non era per Ducati rimaneva senza moto nel famoso 2007…

Se questi sono i motivi Casey ha sbagliato nel ritirarsi, poteva benissimo regolare i “conti” in pista quest’anno. Ma il sospetto è che lui i conti li abbia già regolati con la disfatta di Rossi in Ducati, la sua più grande vittoria è stata forse quella: ha dimostrato di essere unico e di saper guidare sopra i problemi.

Tornerà? Secondo me no. Ha già vinto tutte le sue sfide, contro se stesso, contro Rossi, contro la Ducati e contro chi non credeva in lui.

 

 

IL RITORNO DI VALENTINO IN YAMAHA HA FATTO “INCAZZARE” STONER E SPIES?ultima modifica: 2013-03-20T18:44:00+01:00da markoytek
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento