LA VENDETTA DI CANEPA: DA APPIEDATO A SALVATORE DELLA SACRA PATRIA BOLOGNESE

canepa.jpgLe vicende del genovese Niccolò Canepa descrivono, se vogliamo, le italiche vicende del nostro caro amato Paese: vali qualcosa? Se non hai le spinte, non vai da nessuna parte.

Nick è passato da essere il golden boy bolognese ad  essere un “appiedato” nel giro di poche e tuttavia intense stagioni.

Vicecampione europeo STK600 (su Ducati 749R), campione del mondo STK1000 (Ducati 1098S), pilota in MotoGP con la Ducati del team Pramac (uno dei tanti “sacrificati…). Poi una stagione in Moto2 veramente di merd…(ma la moto non andava). Il ritorno in STK1000 con la Ducati 1098R, il salto in Superbike con il team Ducati Red Devils (che lo appiederà) e poi il triste ritorno in STK1000 con la Ducati Panigale R in mezzo a tutto questo casino tanti giri al Mugello come collaudatore Ducati MotoGP ed un furioso litigio con Davide Tardozzi (che in pochi conoscono…) allora manager Ducati in Superbike.

Una vita passata a Bologna per poi essere dimenticato…Sino a quando si ritrova ad essere il più veloce dei Ducatisti su una “lentissima” Panigale RS13 (lenta la moto? O poco capita dai piloti?) in quel di Donington.

Oggi Canepa si è preso una piccola rivincita contro il destino e contro tante persone che solamente lui conosce e ricorda…

Niccolò Canepa voto 9: meriterebbe una Panigale ufficiale a questo punto…(foto Facebook)

LA VENDETTA DI CANEPA: DA APPIEDATO A SALVATORE DELLA SACRA PATRIA BOLOGNESEultima modifica: 2013-05-26T21:13:00+02:00da markoytek
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento